CHIAMPARINO E IL CENTROSINISTRA DIMEZZANO I FONDI A SOSTEGNO DEL SISTEMA NEVE. TAGLIATI 3 MILIONI E L’INTERA ANNUALITA’ 2017/2018.

“Oggi il centro sinistra ha riservato un’amara sorpresa per il sistema neve piemontese: un taglio di 3 milioni di euro sulla legge che sostiene la sicurezza sulle piste da sci alpino e da fondo e che porterà all’annullamento del bando per l’anno 2017/2018” lo dichiara Gian Luca Vignale, fondatore di Piemonte nel Cuore al termine della Commissione di Bilancio durante la quale la Giunta regionale ha presentato gli emendamenti proposti al bilancio previsionale triennale 2019-2021, in questi giorni al voto del Consiglio Regionale .

“ Solo una settimana fa – aggiunge Vignale – era stato licenziato dalla Commissione un testo che, relativamente alla l.r. 2/2009 a sostegno delle imprese del settore neve, prevedeva uno stanziamento di oltre 8 milioni e 500.000 euro. Oggi invece scopriamo che Chiamparino e i suoi colleghi hanno proposto una riduzione drastica di 3 milioni di euro che impedirà di fare il bando per l’anno 2017/18. Insomma, un taglio insostenibile per le nostre montagne, che dimostra ancora una volta di come Chiamparino e Valmaggia, nonostante il simbolo sotto cui sono stati eletti, dimentichino la più grande impresa diffusa di tutto il territorio montano piemontese”.

“Come se ciò non bastasse – continua Vignale- , i sei milioni di euro di investimenti stanziati per la realizzazione di bacini idrici in area montana sono stati tagliati nel 2019 e inseriti nel bilancio del 2020”.

“Ovviamente –conclude Vignale- ho presentato gli emendamenti necessari affinché siano ripristinati almeno le risorse esistenti perché se ciò fosse accaduto per assenza di risorse sarebbe non condivisibile, ma giustificabile.
Invece questo bilancio è purtroppo zeppo di “emendamenti elettorali” per svariati milioni di euro”.