CHIUSURE DEL CENTRO: LA GRANDE DISTRIBUZIONE RINGRAZIA.

“Bloccare l’allargamento della ZTL significa impedire alla grande distribuzione di divenire l’unico centro di aggregazione della città, con buona pace dei piccoli negozi” lo dichiara il consigliere regionale Gian Luca Vignale, consigliere regionale, fra i fondatori dell’Associazione Piemonte nel Cuore.

“ Finchè – spiega – i centri cittadini erano aperti al traffico veicolare erano anche il vero cuore economico e sociale di Torino e di molte grandi città. Per molte generazioni, il cosiddetto giro in centro era un momento di svago, di ritrovo con gli amici o anche un piacevole momento famigliare. I continui divieti e le difficoltà imposte sull’accesso al centro cittadino e l’aumento dei costi di parcheggio hanno fatto sì che i veri luoghi di aggregazione oggi siano i centri commerciali o le grandi catene e non più i nostri luoghi storici e le botteghe del centro”.

“D’altronde non è un caso – conclude – che i centri commerciali siano pieni e il centro vuoto e i negozi storici stanno chiudendo. Se l’amministrazione comunale a guida 5 Stelle come quella precedente continua a penalizzare il centro gli unici a guadagnarne saranno la grande distribuzione e i grandi centri commerciali. Un errore che avrà conseguenze gravi sulla nostra città, non solo economiche ma anche sociali”.